Discussione:
Consigli per migliorare
(troppo vecchio per rispondere)
a***@gmail.com
2014-02-13 15:49:49 UTC
Permalink
Ciao a tutti, premetto che vi leggo spesso ma vi commento poco (anche per le mie scarse competenze) :)
Torno a scrivervi per chiedervi qualche consiglio per migliorare il tempo nella mezza maratona. Su internet ho letto diverse tecniche ma anche tanti pareri discordanti.
Quindi oltre a chiedervi consigli in generale, nello specifico vi chiedo anche cosa ne pensate di:

1) Allenamento su tapis roulant, va bene? Alcuni addirittura lo ritengono controproducente. (vedi http://www.albanesi.it/Corsa/tapis.htm)
2) Corsa collinare o in salita, è necessaria? Faccio un pò fatica a trovarne da queste parti :) Ci sono alternative?
3) Ripetute? Vorrei inserirle nel mio "programma di allenamento" che ora in fondo si compone di correre (su tappeto o strada) per una distanza che va dai 4 ai 15 km, dipende dai giorni).

Grazie
Run_Lurker
2014-02-13 15:58:02 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Ciao a tutti, premetto che vi leggo spesso ma vi commento poco (anche
per le mie scarse competenze) :)
Post by a***@gmail.com
iedervi qualche consiglio per migliorare il tempo nella mezza
maratona. Su internet ho letto diverse tecniche ma anche tanti pareri
discordanti.
Post by a***@gmail.com
Quindi oltre a chiedervi consigli in generale, nello specifico vi
1) Allenamento su tapis roulant, va bene? Alcuni addirittura lo
ritengono controproducente. (vedi http://www.albanesi.it/Corsa/tapis.htm)

mai fatto tapis roulant, per cui preferisco non esprimere pareri.
Comunque credo che la cosa migliore, se si dispone di un percorso
abbastanza sicuro ed illuminato, sia correre fuori, anche (perche' no)
con freddo, vento, pioggia (unica eccezione: ghiaccio)
Quando correrai in gara con condizioni meteo avverse, ti sentirai piu' a
tuo agio.
Post by a***@gmail.com
2) Corsa collinare o in salita, è necessaria? Faccio un pò fatica a
trovarne da queste parti :) Ci sono alternative?

Ripetute su cavalcavia
MegaMax tempo fa proponeva scalinate, se non erro.
Post by a***@gmail.com
3) Ripetute? Vorrei inserirle nel mio "programma di allenamento" che
ora in fondo si compone di correre (su tappeto o strada) per una
distanza che va dai 4 ai 15 km, dipende dai giorni).

Sempre lui (MegaMax) ha appena postato diverse 'bibbie'... c'e' di che
sbizzarrirsi.
Ciao
--
The best runner leaves no tracks
a***@gmail.com
2014-02-13 16:35:58 UTC
Permalink
Ciao, intanto grazie per la risposta!
Post by Run_Lurker
mai fatto tapis roulant, per cui preferisco non esprimere pareri.
Comunque credo che la cosa migliore, se si dispone di un percorso
abbastanza sicuro ed illuminato, sia correre fuori, anche (perche' no)
con freddo, vento, pioggia (unica eccezione: ghiaccio)
Quando correrai in gara con condizioni meteo avverse, ti sentirai piu' a
tuo agio.
Il tapis roulant mi viene comodo solo per questioni di tempo... ho la palestra vicinissima al lavoro e riesco ad andarci in pausa pranzo. Ma cercherò di andare a correre qualche sera.
Post by Run_Lurker
Ripetute su cavalcavia
MegaMax tempo fa proponeva scalinate, se non erro.
Cercherò un cavalcavia non troppo trafficato
Post by Run_Lurker
Sempre lui (MegaMax) ha appena postato diverse 'bibbie'... c'e' di che
sbizzarrirsi.
Già stampata... è da li che nascono molti dubbi, fino ad oggi non ho mai seguito un vero programma d'allenamento.
Gert dal pozzo
2014-02-14 11:26:23 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
1) Allenamento su tapis roulant, va bene? Alcuni addirittura lo
ritengono controproducente.

mah, la fatica c'è ma non è allenante come la strada: curve, resistenza
dell'aria... non è ottimale
Post by a***@gmail.com
2) Corsa collinare o in salita, è necessaria? Faccio un pò fatica a
trovarne da queste parti :) Ci sono alternative?


il cavalcavia utile per ripetute brevi in salita
ma scusa, hai il tapis roulant, imposta le pendenze lì :)
Post by a***@gmail.com
3) Ripetute?
impossibile migliorarsi costantemente senza
segui i programmi che diceva megamaz
peter
2014-02-14 12:17:58 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Ciao a tutti, premetto che vi leggo spesso ma vi commento poco (anche per le mie scarse competenze) :)
Torno a scrivervi per chiedervi qualche consiglio per migliorare il tempo nella mezza maratona.
digiunare e allenarsi fino a sputare sangue, è sempre la ricetta migliore.
ciao
a***@gmail.com
2014-02-14 13:39:59 UTC
Permalink
Post by peter
digiunare e allenarsi fino a sputare sangue, è sempre la ricetta migliore.
ciao
digiunare??! E perchè mai?
peter
2014-02-14 13:54:41 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Post by peter
digiunare e allenarsi fino a sputare sangue, è sempre la ricetta migliore.
ciao
digiunare??! E perchè mai?
per dimagrire in fretta è un buon metodo ;-)
VonKappel
2014-02-14 15:20:40 UTC
Permalink
peter,
Post by peter
Post by a***@gmail.com
Post by peter
digiunare e allenarsi fino a sputare sangue, è sempre la ricetta migliore.
ciao
digiunare??! E perchè mai?
per dimagrire in fretta è un buon metodo ;-)
Anche per riprendere peso velocemente, se e' per quello.
--
Forse solo il silenzio esiste davvero. (José Saramago)
peter
2014-02-15 07:46:05 UTC
Permalink
Post by VonKappel
Anche per riprendere peso velocemente, se e' per quello.
questo è un banalissimo luogo comune che non significa nulla.
Semplicemente si riprende peso quando si smette di digiunare, lapalisse...
Run_Lurker
2014-02-15 08:31:33 UTC
Permalink
Post by peter
Post by VonKappel
Anche per riprendere peso velocemente, se e' per quello.
questo è un banalissimo luogo comune che non significa nulla.
Semplicemente si riprende peso quando si smette di digiunare, lapalisse...
Io sono per un certo equilibrio (anche se, come si vedra' poco oltre, il mio
concetto di equilibrio si basa su insane abitudini pregresse).
Spiego: ultimamente mi sono allenato sodo e (forse sbagliando, eh) non ho certo
lesinato con l'alimentazione, anzi...
Un esempio: ieri a mezzogiorno spaghetti ai frutti di mare, fritto misto,
quartino di vino, gelato, 3 arance e un mandarino... (cena: piatto di pasta al
tonno, la figlia non l'ha finito ed ho spazzolato anche il suo). Ultimamente non
sono calato (ne' cresciuto) un etto di peso, pero' mi sento bene :-)
--
The best runner leaves no tracks
peter
2014-02-15 08:48:28 UTC
Permalink
Post by Run_Lurker
Io sono per un certo equilibrio (anche se, come si vedra' poco oltre,
il mio concetto di equilibrio si basa su insane abitudini pregresse).
Spiego: ultimamente mi sono allenato sodo e (forse sbagliando, eh) non
ho certo lesinato con l'alimentazione, anzi... Un esempio: ieri a
mezzogiorno spaghetti ai frutti di mare, fritto misto, quartino di
vino, gelato, 3 arance e un mandarino... (cena: piatto di pasta al
tonno, la figlia non l'ha finito ed ho spazzolato anche il suo).
Ultimamente non sono calato (ne' cresciuto) un etto di peso, pero' mi
sento bene :-)
qual è la tua percentuale di massa grassa?
Run_Lurker
2014-02-15 11:13:03 UTC
Permalink
Post by peter
Post by Run_Lurker
Io sono per un certo equilibrio (anche se, come si vedra' poco oltre,
il mio concetto di equilibrio si basa su insane abitudini pregresse).
Spiego: ultimamente mi sono allenato sodo e (forse sbagliando, eh) non
ho certo lesinato con l'alimentazione, anzi... Un esempio: ieri a
mezzogiorno spaghetti ai frutti di mare, fritto misto, quartino di
vino, gelato, 3 arance e un mandarino... (cena: piatto di pasta al
tonno, la figlia non l'ha finito ed ho spazzolato anche il suo).
Ultimamente non sono calato (ne' cresciuto) un etto di peso, pero' mi
sento bene :-)
qual è la tua percentuale di massa grassa?
Non ti so dare un numero, ma sulle braccia mi si contano tutte le vene
e la tartaruga addominale (qualche anno fa giratasi di schiena) e' tornata a
farsi vedere :-)
Comunque 67/68 kg, 30 anni fa, un'estate toccai i 65 ma avevo meno massa
muscolare.
--
The best runner leaves no tracks
peter
2014-02-15 13:14:27 UTC
Permalink
Post by Run_Lurker
Non ti so dare un numero,
fine della discussione :-(
VonKappel
2014-02-15 12:50:09 UTC
Permalink
peter,
Post by peter
Post by VonKappel
Anche per riprendere peso velocemente, se e' per quello.
questo è un banalissimo luogo comune che non significa nulla.
Il luogo comunque e' invece che il digiuna faccia bene e financo purifichi _non_si_sa_bene_cosa_
Post by peter
Semplicemente si riprende peso quando si smette di digiunare, lapalisse...
E l'effetto carestia dove le metti, nel cassetto?
Digiunare, indicazioni e "volonta'" mediche a parte, non serve a nulla se non
a far capire al tuo corpo che, quando potra', dovra' riprendersi il consumo
con gli interessi.
Trovami qualche sito *serio*, che non sia il solito Vanoli e combriccola, che
dica come un *fisico* *sano* possa beneficiare del digiuno.
E, soprattutto, che benefici possa evere uno che fa sport attivamente.
Comunque, giusto perche'il "nostro" Albanesi medico non e', e perche' anche
lui e' a suo modo e' un talebano, dice questo del digiuno:
http://www.albanesi.it/Alimentazione/digiuno.htm
Ora, se sei un medico come dici, e non ho modo di dubitarne, raccontami dei
benefici del digiuno dal punto di vista medico
--
Forse solo il silenzio esiste davvero. (José Saramago)
peter
2014-02-15 13:12:46 UTC
Permalink
Post by VonKappel
Ora, se sei un medico come dici, e non ho modo di dubitarne,
raccontami dei benefici del digiuno dal punto di vista medico
l'unica cosa *certa* dal punto di vista medico, attualmente,
è che le malattie prevalenti nel mondo occidentale sono dovute
soprattutto a un rapporto troppo alto tra calorie
introdotte e calorie spese..
Poi una semplice deduzione filogenetica sul famoso effetto carestia:
si può rispondere che homo sapiens è selezionato proprio per affrontare
i periodi di carestia, cioè di digiuno anche prolungato, che per
migliaia di anni sono stati la normalità :-)
Gert dal pozzo
2014-02-16 19:56:18 UTC
Permalink
Post by peter
si può rispondere che homo sapiens è selezionato proprio per affrontare
i periodi di carestia, cioè di digiuno anche prolungato, che per
migliaia di anni sono stati la normalità :-)
proprio perchè selezionato ad affrontare il digiuno l'organismo di homo
sapiens si è evoluto in modo da reagire in modo efficace alle carestie.
è il medesimo meccanismo che fa sì che si ingrassi particolarmente non
appena ci si ingozzi dopo un periodo di magra
mi sa che fai confusione tra opulenza calorica del mondo occidentale e un
normale equilibrio tra calorie ingurgitate e calorie consumate
peter
2014-02-16 21:28:05 UTC
Permalink
Post by Gert dal pozzo
mi sa che fai confusione tra opulenza calorica del mondo occidentale e un
normale equilibrio tra calorie ingurgitate e calorie consumate
l'equilibrio ecc.. è un mito teorico che va bene per le vulgate.
l'essere umano è una macchina molto più complicata di così :
nessuno a tutt'oggi è veramente in grado di calcolare alla
perfezione le calorie di quanto si consuma e quanto si introduce
ogni giorno. Quello che è sicuro è che nessuno digiuna più e la
popolazione si ingrassa sempre di più, compresi gli atleti
amatoriali. Gli atleti professionisti lasciamoli fuori dal
discorso in quanto sono dopati.

--
Gert dal pozzo
2014-02-16 21:31:45 UTC
Permalink
Post by peter
nessuno digiuna più e la
popolazione si ingrassa sempre di più, compresi gli atleti
amatoriali.
tra il digiuno e il sovrappeso ci sono le vie di mezzo
Post by peter
Gli atleti professionisti lasciamoli fuori dal
discorso in quanto sono dopati.
hai un link? (cit.)
peter
2014-02-17 07:00:13 UTC
Permalink
Post by Gert dal pozzo
hai un link? (cit.)
http://it.wikipedia.org/wiki/Doping
Usodimare
2014-02-17 14:25:31 UTC
Permalink
Post by peter
si può rispondere che homo sapiens è selezionato proprio per affrontare
i periodi di carestia, cioè di digiuno anche prolungato, che per
migliaia di anni sono stati la normalità :-)
Guarda che e' proprio questo il meccanismo che manda a carte 48 il tuo
ragionamento.

Se tu non sei in carestia ma la simuli, fai reagire il tuo corpo come se
dovessi farvi fronte e lo incasini. Ti ricordo che la reazione alla
carestida e' l'accumulo di grasso.

Non a caso tutte le diete prescrivono di mangiare in continuazione anche
se il giusto.

Giuseppe
peter
2014-02-17 18:29:56 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Se tu non sei in carestia ma la simuli, fai reagire il tuo corpo come
se dovessi farvi fronte e lo incasini. Ti ricordo che la reazione alla
carestida e' l'accumulo di grasso.
parli del corpo umano come se parlassi della tua fiat punto. L'essere
umano è qualcosa di molto più "incasinato" di così. (e già un'automobile
moderna è parecchio incasinata).
Quel che conta sono i risultati finali: i risultati finali sono lo stato
di benessere, la mortalità, la morbilità.
Post by Usodimare
Non a caso tutte le diete prescrivono di mangiare in continuazione
anche se il giusto.
infatti funzionano, eccome se funzionano!! basta guardarsi
intorno...Funzionano soprattutto per il portafogli di chi le prescrive :-D

premesso che non sono un tibetano, e non mi occupo minimamente di
pratiche yoga e similia,
faccio sommessamente notare che non per tutti le cose stanno come tu
asserisci con tanta sicurezza:
http://www.ayurveda-ashram.it/it/digiunoterapia
Gert dal pozzo
2014-02-17 19:01:44 UTC
Permalink
Post by peter
faccio sommessamente notare che non per tutti le cose stanno come tu
http://www.ayurveda-ashram.it/it/digiunoterapia
dà errore
ti do una mano, magari costui come esponente della perfida medicina
occidentale non ti aggraderà molto
http://www.lastampa.it/2013/03/07/cultura/un-giorno-di-digiuno-leva-il-medico-di-torno-uOi4XcuzCZuD7yV49EVbYL/pagina.html
peter
2014-02-17 19:23:28 UTC
Permalink
dà errore ti do una mano, magari costui come esponente della perfida
medicina occidentale non ti aggraderà
molto
http://www.lastampa.it/2013/03/07/cultura/un-giorno-di-digiuno-leva-il-medico-di-torno-uOi4XcuzCZuD7yV49EVbYL/pagina.html
lol :-D
bravo gert ;-)
Gert dal pozzo
2014-02-17 19:43:56 UTC
Permalink
Post by peter
lol :-D
bravo gert ;-)
oh, io non ho nulla contro il digiuno. è che anta anni fa lo praticavo
anche io (non mangiavo molto), e correvo pure. risultato, non dimagrivo un
cazzo. cambiai sponda e iniziai a mangiare di più: riuscii a dimagrire.

non mi convince, della teoria di veronesi, il digiunare fino a sera. farei
il contrario, digiunerei a cena.
peter
2014-02-17 20:19:44 UTC
Permalink
Post by Gert dal pozzo
oh, io non ho nulla contro il digiuno. è che anta anni fa lo praticavo
anche io (non mangiavo molto), e correvo pure. risultato, non dimagrivo un
cazzo. cambiai sponda e iniziai a mangiare di più: riuscii a d
io non l'ho mai praticato, e si vede :-D
--
Run_Lurker
2014-02-18 10:27:49 UTC
Permalink
Gert dal pozzo
Post by Gert dal pozzo
il digiuno. è che anta anni fa lo praticavo
io non l'ho mai praticat
fine della discussione (cit.)
--
The best runner leaves no tracks
Usodimare
2014-02-18 09:27:56 UTC
Permalink
Post by peter
Post by Usodimare
Non a caso tutte le diete prescrivono di mangiare in continuazione
anche se il giusto.
infatti funzionano, eccome se funzionano!! basta guardarsi
intorno...Funzionano soprattutto per il portafogli di chi le prescrive :-D
Con me hanno funzionato eccome. Inoltre ho imparato a conoscere il mio
corpo e se mangio poco non dimagrisco una mazza perche' poi il mio
cervello mi fa pagare il conto.

Proprio perche', come dici tu, il corpo e' una macchina complessa, nella
dieta devi metterci anche il cervello. Se tu fai una dieta nella quale
in qualche modo non ti gratifichi, mangiando quando hai fame (quindi
spesso) e mangiando cose che ti danno gusto, vivi la dieta come punitiva
e cerchi di sfuggirle. Devi solo fare una cernita fra le cose che ti
danno gusto e accantonare quelle che franno piu' male. Certo, se sei
stato cresciuto a patate fritte e non ti piace altro allora peggio per te!

Cosi' come quando prendo delle botte di disidratazione e nei due giorni
successivi accumulo tanta acqua da pisciare, con rispetto parlando, in
continuazione per altri due giorni. Il corpo reagisce eccome, e reagisce
anche al digiuno.

Ripeto, alla mia veneranda eta' ho imparato ad apprezzare l'equilibrio
come il valore fondamentale e il digiuno tutto e' tranne che equilibrio.

Giuseppe
peter
2014-02-18 09:49:38 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Proprio perche', come dici tu, il corpo e' una macchina complessa, nella
dieta devi metterci anche il cervello. Se tu fai una dieta nella quale
in qualche modo non ti gratifichi, mangiando quando hai fame (quindi
spesso) e mangiando cose che ti danno gusto, vivi la dieta come punitiva
e cerchi di sfuggirle. Devi solo fare una cernita fra le cose che ti
danno gusto e accantonare quelle che franno piu' male. Certo, se sei
stato cresciuto a patate fritte e non ti piace altro allora peggio per te!
ora chiudi gli occhi, rilassati e pensa a un monaco zen nella posizione
del loto, in meditazione, dopo che si è cibato di una fogliolina di the.
Renditi conto di che abisso filosofico-esistenziale ci sia tra il tuo
approccio alla vita e il suo.
Post by Usodimare
Cosi' come quando prendo delle botte di disidratazione e nei due giorni
successivi accumulo tanta acqua da pisciare, con rispetto parlando, in
continuazione per altri due giorni. Il corpo reagisce eccome, e reagisce
anche al digiuno.
vedi sopra.
Post by Usodimare
Ripeto, alla mia veneranda eta' ho imparato ad apprezzare l'equilibrio
come il valore fondamentale e il digiuno tutto e' tranne che equilibrio.
ciao
Usodimare
2014-02-18 09:58:19 UTC
Permalink
Post by peter
ora chiudi gli occhi, rilassati e pensa a un monaco zen nella posizione
del loto, in meditazione, dopo che si è cibato di una fogliolina di the.
Renditi conto di che abisso filosofico-esistenziale ci sia tra il tuo
approccio alla vita e il suo.
Si amico mio, ma cosa c'entra il monaco Zen? Pure mia nonna a 94 anni
campava, alla grande, con una tazza di latte con biscotti mattina e sera
e due cazzatelle a pranzo!

A me pare che l'argomento sia l'alimentazione rapportata al nostro modo
di vivere, giusto o sbagliato che sia, e non a quello di un monaco Zen.

Giuseppe
peter
2014-02-18 11:12:32 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Post by peter
ora chiudi gli occhi, rilassati e pensa a un monaco zen nella posizione
del loto, in meditazione, dopo che si è cibato di una fogliolina di the.
Renditi conto di che abisso filosofico-esistenziale ci sia tra il tuo
approccio alla vita e il suo.
Si amico mio, ma cosa c'entra il monaco Zen? Pure mia nonna a 94 anni
campava, alla grande, con una tazza di latte con biscotti mattina e sera
e due cazzatelle a pranzo!
A me pare che l'argomento sia l'alimentazione rapportata al nostro modo
di vivere, giusto o sbagliato che sia, e non a quello di un monaco Zen.
Giuseppe
intendevo un maratoneta zen monaco
--
Usodimare
2014-02-18 11:14:36 UTC
Permalink
Post by peter
intendevo un maratoneta zen monaco
Una figura molto diffusa quindi :)
megaMAX
2014-02-18 11:16:45 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Post by peter
intendevo un maratoneta zen monaco
Una figura molto diffusa quindi :)
:D
all
2014-02-18 16:47:28 UTC
Permalink
[cut]
Post by peter
ora chiudi gli occhi, rilassati e pensa a un monaco zen nella posizione
del loto, in meditazione, dopo che si è cibato di una fogliolina di the.
certo che, se mentre sta pronunciando l' "ooooommmmmm" gli finisce un moscerino in bocca, il suo piano va tutto a putt... :)
peter
2014-02-15 13:32:59 UTC
Permalink
Post by VonKappel
http://www.albanesi.it/Alimentazione/digiuno.htm
ahahah albanesi fa il talebano solo dove piace a lui...ma è un
ingegnere, appunto.
Quando si approcciano questi argomenti si dovrebbe ragionare sul dato
finale, cioè la mortalità e la morbilità totale,
più che sull'analisi teorica dei meccanismi di funzionamento
della macchina biologica.
Ora, di sicuro, i residenti nel mondo occidentale "opulento" sono
fondamentalmente avvelenati dall'eccesso di cibo.
Compresi me, te, e Albanesi.
Un po' di sano digiuno ogni tanto non potrebbe che giovare.
Per i nostri bisnonni e per svariati secoli prima era assolutamente
normale digiunare il venerdi..sono sicuro che nessuno di loro ha avuto
danni
a causa di questo comportamento "trasgressivo", anzi...
VonKappel
2014-02-17 10:21:08 UTC
Permalink
peter,
lui e' a suo modo e' un talebano, dice questo del digiuno: http://www.albanesi.it/Alimentazione/digiuno.htm
ahahah albanesi fa il talebano solo dove piace a lui...ma è un ingegnere, appunto.
Quando si approcciano questi argomenti si dovrebbe ragionare sul dato finale, cioè la mortalità e la morbilità totale,
più che sull'analisi teorica dei meccanismi di funzionamento
della macchina biologica.
Ora, di sicuro, i residenti nel mondo occidentale "opulento" sono fondamentalmente avvelenati dall'eccesso di cibo.
Compresi me, te, e Albanesi.
Un po' di sano digiuno ogni tanto non potrebbe che giovare.
Per i nostri bisnonni e per svariati secoli prima era assolutamente normale digiunare il venerdi..sono sicuro che
nessuno di loro ha avuto danni a causa di questo comportamento "trasgressivo", anzi...
Oserei dire che hai fornito una spiegazione scientifica che piu' scientifica non si puo'...
--
Forse solo il silenzio esiste davvero. (José Saramago)
peter
2014-02-17 11:38:36 UTC
Permalink
Post by VonKappel
Oserei dire che hai fornito una spiegazione scientifica che piu' scientifica non si puo'...
nonostante quello che i media (compreso il buon Albanesi) vogliono far
passare,
la fisiologia umana almeno per ora
non è una scienza esatta, ma statistica, hai presente i due che
mangiano il pollo?
;-)
Usodimare
2014-02-17 14:21:51 UTC
Permalink
Post by peter
Per i nostri bisnonni e per svariati secoli prima era assolutamente
normale digiunare il venerdi..sono sicuro che nessuno di loro ha avuto
danni
a causa di questo comportamento "trasgressivo", anzi...
Digiunare, in particolare per un runner, e' dannoso, cosi' come mangiare
troppo e male. Bisogna mangiare il giusto e in maniera equilibrata.
Nella vita le posizioni estreme non portano molto lontano.

Probabilmente i tuoi nonni non lavoravano la terra o non facevano i
manovali, altrimenti col ciufolo che avrebbero digiunato ;)

Giuseppe
Run_Lurker
2014-02-17 14:53:47 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Digiunare, in particolare per un runner, e' dannoso, cosi' come mangiare
troppo e male. Bisogna mangiare il giusto e in maniera equilibrata.
Nella vita le posizioni estreme non portano molto lontano.
Concordo.
Ecco... forse in questo senso il mio esempio di giornata
tipo era un filino esagerato (ma veritiero).
A onor del vero non tutti i giorni mi alimento cosi' ma almeno due gg a
settimana.
D'altronde mi alleno praticamente tutti i gg (minininimo 10km)
per cui se non mi alimentassi, e sufficientemente, andrei a finire all'ospedale
(come e' gia' successo ad un paio di miei amici).
--
The best runner leaves no tracks
peter
2014-02-17 14:54:18 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Digiunare, in particolare per un runner, e' dannoso,
anche correre ripetutamente sulle lunghe distanze è sicuramente dannoso
per l'organismo ;-)
megaMAX
2014-02-17 15:07:53 UTC
Permalink
Post by peter
Post by Usodimare
Digiunare, in particolare per un runner, e' dannoso,
anche correre ripetutamente sulle lunghe distanze è sicuramente dannoso
per l'organismo ;-)
Ma no, proprio per niente
Gert dal pozzo
2014-02-17 15:16:45 UTC
Permalink
Post by megaMAX
Post by peter
anche correre ripetutamente sulle lunghe distanze è sicuramente dannoso
per l'organismo ;-)
Ma no, proprio per niente
il mio trollometro è quasi a fondo scala
peter
2014-02-17 15:23:15 UTC
Permalink
Post by Gert dal pozzo
il mio trollometro è quasi a fondo scala
fottiti :-)
peter
2014-02-17 15:21:15 UTC
Permalink
Post by megaMAX
Ma no, proprio per niente
ragazzi, usciamo dai luoghi comuni dai. Quello che intendo dire è che
l'attività fisica, cosi come il digiuno, è uno STRESS per l'organismo,
cioè una fonte di danno o microdanno, a cui l'organismo fa fronte e si
"perfeziona" entro certi limiti...sono i concetti base dell'allenamento
eccheccazzo...
Purtroppo la saccenza di chi ingenuamente pensa che la medicina
occidentale sia onniscente e onnipotente non ha limiti ahimè...
VonKappel
2014-02-17 15:41:45 UTC
Permalink
peter,
Post by peter
Purtroppo la saccenza di chi ingenuamente pensa
che la medicina occidentale sia onniscente e onnipotente non ha limiti ahimè...
Ma non "eri" un medico, tu?
--
Forse solo il silenzio esiste davvero. (José Saramago)
peter
2014-02-17 15:50:35 UTC
Permalink
Post by VonKappel
peter,
Post by peter
Purtroppo la saccenza di chi ingenuamente pensa
che la medicina occidentale sia onniscente e onnipotente non ha limiti ahimè...
Ma non "eri" un medico, tu?
si, sono un neurochirurgo olistico.
perchè?
megaMAX
2014-02-17 15:56:28 UTC
Permalink
Post by peter
si, sono un neurochirurgo olistico.
perchè?
Mi dici il tuo parere sul mio problema ("Thread "...gare di merda")
peter
2014-02-17 16:06:08 UTC
Permalink
Post by megaMAX
Post by peter
si, sono un neurochirurgo olistico.
perchè?
Mi dici il tuo parere sul mio problema ("Thread "...gare di merda")
effettivamente sa più di problema neurologico, oltretutto le risonanze
fotografano la situazione a riposo ma non sai cosa succede
anatomicamente durante la lunga corsa nel tuo collo...
Non so di dove sei ma COMUNQUE visto che l'ernia c'è ti consiglierei un
consulto con dott. Andrea Barbanera di Alessandria.
http://www.ospedale.al.it/Struttura.aspx?IDE=3001
Gert dal pozzo
2014-02-17 15:57:14 UTC
Permalink
Post by peter
si, sono un neurochirurgo olistico.
mecojoni
pensavo uno specialista dei fiori di bach o un omeopata unicista
sciapò
Usodimare
2014-02-17 16:32:51 UTC
Permalink
Post by peter
Post by megaMAX
Ma no, proprio per niente
ragazzi, usciamo dai luoghi comuni dai. Quello che intendo dire è che
l'attività fisica, cosi come il digiuno, è uno STRESS per l'organismo,
cioè una fonte di danno o microdanno, a cui l'organismo fa fronte e si
"perfeziona" entro certi limiti...sono i concetti base dell'allenamento
eccheccazzo...
Tutto sta a vedere se i 'meccanismi di perfezionamento' da te
giustamente citati siano funzionali allo scopo.

Sicuramente digiunare aiuta il corpo ad abituarsi al digiuno, ma se per
farlo, come io ignorantemente sapevo, il corpo stesso immagazzina
grasso, ovvero il carburante a piu' lunga scadenza :) mi spieghi in cosa
questo puo' essere funzionale alla corsa?
Squalo Jordan
2014-02-18 10:20:34 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Ciao a tutti, premetto che vi leggo spesso ma vi commento poco (anche
per le mie scarse competenze) :)
Post by a***@gmail.com
iedervi qualche consiglio per migliorare il tempo nella mezza maratona.
1) Allenamento su tapis roulant, va bene?
Va bene, a patto che non sia l'unico mezzo di allenamento
Direi non oltre l'uscita singola a settimana, dedicando le altre due
(almeno) settimanali alla strada
Post by a***@gmail.com
2) Corsa collinare o in salita, è necessaria? Faccio un pò fatica a
trovarne da queste parti :) Ci sono alternative?

Stesso mio problema, abitando nel cuore della padania.
Una buona alternativa imho sono i medi veloci (corsa di 8-12 km a VR + 10"
Post by a***@gmail.com
3) Ripetute?
se l'obiettivo è migliorare il tempo nella mezza e non le hai ancora
incluse nel tuo programma, è arrivato il momento :)
a***@gmail.com
2014-02-18 10:45:48 UTC
Permalink
Post by Squalo Jordan
Post by a***@gmail.com
1) Allenamento su tapis roulant, va bene?
Va bene, a patto che non sia l'unico mezzo di allenamento
Direi non oltre l'uscita singola a settimana, dedicando le altre due
(almeno) settimanali alla strada
Post by a***@gmail.com
2) Corsa collinare o in salita, è necessaria? Faccio un pò fatica a
trovarne da queste parti :) Ci sono alternative?
Stesso mio problema, abitando nel cuore della padania.
Una buona alternativa imho sono i medi veloci (corsa di 8-12 km a VR + 10"
Post by a***@gmail.com
3) Ripetute?
se l'obiettivo è migliorare il tempo nella mezza e non le hai ancora
incluse nel tuo programma, è arrivato il momento :)
Ciao! Grazie per essere tornato in tema :)
Cercherò di aggiungere una seconda corsa all'aperto. Volevo chiederti, cosa si intende con VR? Dalla tua risposta al punto 2 immagino che voglia dirmi di correre 8/12 km ad un ritmo superiore a quello a cui sono abituato solitamente.

Al momento il mio allenamento funziona più o meno così:

1)Lunedì e (martedì o mercoledì): 20 min sul tappeto (poco + di 4 km)
2)Giovedì: può sembrare irrilevante ma partita di calcetto :) si corre diversamente e ci si diverte
3)Sabato o domenica 10 (o 15) km cercando di superare sempre il tempo della settimana precedente. Ho appena cominciato ma alla seconda uscita sono riuscito a migliorarmi di 12 secondi sul mio ritmo (min/km).

L'idea quindi ora sarebbe di sostituire il martedì con un'uscita all'aperto breve (4/5 km) ma veloce.

Per quanto riguarda le ripetute, come dovrei farle?

Grazie
Usodimare
2014-02-18 11:13:55 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Cercherò di aggiungere una seconda corsa all'aperto. Volevo chiederti, cosa si intende con VR?
Per quanto riguarda le ripetute, come dovrei farle?
Per poterti dare consigli sensati bisognerebbe avere una idea dei tuoi
tempi attuali sui 10K e sulla mezza maratona. Immagino tu ne abbia gia'
corse, visto che parli di "migliorare il tempo sulla mezza".

Ciao

Giuseppe
a***@gmail.com
2014-02-18 11:30:59 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Post by a***@gmail.com
Per quanto riguarda le ripetute, come dovrei farle?
Per poterti dare consigli sensati bisognerebbe avere una idea dei tuoi
tempi attuali sui 10K e sulla mezza maratona. Immagino tu ne abbia gia'
corse, visto che parli di "migliorare il tempo sulla mezza".
Non volevo annoiarvi con i numeri, comunque visto che siete così gentili:

- l'ultima volta (sabato) ho corso i 10 km in 48:08 (ritmo 4:49)
- l'unica mezza maratona che abbia mai corso l'ho finita in 1:48:05 (ritmo 5:07)
- i 10 km più veloci li ho fatti in 47:43 (ritmo 4:46), diciamo che mediamente vado sui 48 minuti.
Usodimare
2014-02-18 11:58:00 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
- l'ultima volta (sabato) ho corso i 10 km in 48:08 (ritmo 4:49)
- l'unica mezza maratona che abbia mai corso l'ho finita in 1:48:05 (ritmo 5:07)
- i 10 km più veloci li ho fatti in 47:43 (ritmo 4:46), diciamo che mediamente vado sui 48 minuti.
Diciamo che sei abbastanza in linea fra 10K e mezza, e questa al tempo
stesso e' una buona e una cattiva notizia. :)

La buona e' che ti sei allenato bene per correre la mezza rispetto alle
tue attuali potenzialita', quella cattiva :) e' che per poter migliorare
la mezza devi per forza aumentare la tua VR.

Scherzi a parte, cerco di spiegarmi meglio.

Il tempo sui 10K dipende molto dalla tua VR, ovvero dalla tua capacita'
di correre un'oretta circa in affanno, per dirla in modo brutale.

Se ci metti sopra un po' di resistenza veloce, ovvero capacita' di
correrea lungo in affanno controllato, riesci a correre la mezza circa
15 sec/km piu' lento dei 10K, e tu ci sei abbastanza, forse hai 5 sec/km
di troppo.

Ne deduco che per poter migliorare la mezza tu debba prima lavorare su
ripetute brevi e medie (400-1000) per poter aumentare la tua VR, che e'
attualmente stimabile intorno ai 4.50/4.55 circa.

Ti devi abituare a correre a ritmi decisamente piu' alti (tipo 4.30) ma
per farlo non puoi certo partire con distanze lunghe e quindi per questo
si usano le ripetute o, come dice il buon Gert, le variazioni.

Ovvero, parti ad un ritmo per te confortevole e ci piazzi in mezzo 1/2
minuti corsi a 4.30 o roba simile in modo tale da 'familiarizzare' con
quelle sensazioni. Poi passi alle ripetute.

Ciao

Giuseppe
a***@gmail.com
2014-02-18 13:05:42 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Ti devi abituare a correre a ritmi decisamente piu' alti (tipo 4.30) ma
per farlo non puoi certo partire con distanze lunghe e quindi per questo
si usano le ripetute o, come dice il buon Gert, le variazioni.
Ovvero, parti ad un ritmo per te confortevole e ci piazzi in mezzo 1/2
minuti corsi a 4.30 o roba simile in modo tale da 'familiarizzare' con
quelle sensazioni. Poi passi alle ripetute.
Nemmeno a farlo apposta, prima di leggere la tua risposta oggi ho corso i soliti 20 minuti (4,45 km), ma invece di correrli sul tappeto li ho corsi all'aperto. Tenendo una media di 4:29 min/km

1 km 04:46 min/km 4:13
2 km 05:03 min/km 4:58
3 km 03:55 min/km 3:53
4 km 04:36 min/km 4:25

E senza averlo fatto proprio volutamente mi sembra di aver seguito un pò il concetto di "variazione" no? :)
Usodimare
2014-02-18 13:55:18 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Nemmeno a farlo apposta, prima di leggere la tua risposta oggi ho corso i soliti 20 minuti (4,45 km), ma invece di correrli sul tappeto li ho corsi all'aperto. Tenendo una media di 4:29 min/km
1 km 04:46 min/km 4:13
2 km 05:03 min/km 4:58
3 km 03:55 min/km 3:53
4 km 04:36 min/km 4:25
E senza averlo fatto proprio volutamente mi sembra di aver seguito un pò il concetto di "variazione" no? :)
A parte che non comprendo bene i dati che hai postato :), le variazioni
si fanno su tempi decisamente piu' lunghi, tipo 50/60 minuti, altrimenti
hanno poco senso. Inoltre il concetto di variazione prevede un ritmo
base lento/medio e una variazione veloce di 1/2 minuti con ritorno al
ritmo precedente.

Nel tuo caso hai corso ad un ritmo sempre superiore alla tua VR e senza
alcun criterio. Mi complimento con il km a 3.53, indice del fatto che
hai un buon motore anaerobico.

Certo, male non ti ha fatto questo tipo di allenamento, che definirei un
corto veloce, ma non ti serve per poter affrontare distanze lunghe,
laddove serve resistenza prolungata nel tempo.

Ciao

Giuseppe
a***@gmail.com
2014-02-18 14:34:30 UTC
Permalink
Post by Usodimare
A parte che non comprendo bene i dati che hai postato :), le variazioni
si fanno su tempi decisamente piu' lunghi, tipo 50/60 minuti, altrimenti
hanno poco senso. Inoltre il concetto di variazione prevede un ritmo
base lento/medio e una variazione veloce di 1/2 minuti con ritorno al
ritmo precedente.
Nel tuo caso hai corso ad un ritmo sempre superiore alla tua VR e senza
alcun criterio. Mi complimento con il km a 3.53, indice del fatto che
hai un buon motore anaerobico.
Certo, male non ti ha fatto questo tipo di allenamento, che definirei un
corto veloce, ma non ti serve per poter affrontare distanze lunghe,
laddove serve resistenza prolungata nel tempo.
In effetti non li comprendo bene nemmeno io :) comincio con l'incollare anche i titoli:

DISTANZA RITMO TEMPO TRASCORSO
1 km 4:46 min/km 04:13
2 km 5:03 min/km 04:58
3 km 3:55 min/km 03:53
4 km 4:36 min/km 04:25

Probabilmente il ritmo non è molto affidabile, direi che con intervalli di 1 km dovrebbe coincidere con il tempo trascorso. Mah?!

Ad ogni modo, seguendo il tuo consiglio la prossima volta proverò a correre 50 minuti con un ritmo più lento (circa 5 min/km può andare?) con delle variazioni di 1 o 2 minuti ad un ritmo maggiore, ho ancora una domanda però :)

Ogni quanto devo fare una variazione? Su 50 minuti, mi verrebbe da pensare una ogni 10 facendone così 5, che ne dici?

Grazie mille x la pazienza!!!
Usodimare
2014-02-18 15:32:11 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
DISTANZA RITMO TEMPO TRASCORSO
1 km 4:46 min/km 04:13
2 km 5:03 min/km 04:58
3 km 3:55 min/km 03:53
4 km 4:36 min/km 04:25
Probabilmente il ritmo non è molto affidabile, direi che con intervalli di 1 km dovrebbe coincidere con il tempo trascorso. Mah?!
Scusami ma continuo a non capire, forse perche' non ho ben compreso cosa
tu stia usando per misurare. Se corri in pista o su un tracciato con i
km segnati allora ti basta un cronometro con possibilita' di marcare i
giri (lap). Se, viceversa, corri per strada senza marcature, allora o
usi un GPS oppure a questo punto e' meglio che tu corra 'a sensazione'
Post by a***@gmail.com
Ad ogni modo, seguendo il tuo consiglio la prossima volta proverò a correre 50 minuti con un ritmo più lento (circa 5 min/km può andare?) con delle variazioni di 1 o 2 minuti ad un ritmo maggiore, ho ancora una domanda però :)
Ogni quanto devo fare una variazione? Su 50 minuti, mi verrebbe da pensare una ogni 10 facendone così 5, che ne dici?
Grazie mille x la pazienza!!!
Le variazioni devono essere, come diceva il buon Gert (lui in realta'
parla del fartlek che e' una cosa simile ma un po' diversa :)) ) con 1/2
minuti corsi a ritmo veloce e altrettanti a ritmo lento.

Quindi calcola che se decidi di correre il lento a 5 e il veloce a 4.30
ti viene fuori un 10K corso a 4.45 di media, ovvero una cosa simile al
tuo tempo in gara. Io proverei con lento a 5.15 e veloce a 4.30.

Ciao

Giuseppe
a***@gmail.com
2014-02-18 15:45:53 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Scusami ma continuo a non capire, forse perche' non ho ben compreso cosa
tu stia usando per misurare. Se corri in pista o su un tracciato con i
km segnati allora ti basta un cronometro con possibilita' di marcare i
giri (lap). Se, viceversa, corri per strada senza marcature, allora o
usi un GPS oppure a questo punto e' meglio che tu corra 'a sensazione'
Le variazioni devono essere, come diceva il buon Gert (lui in realta'
parla del fartlek che e' una cosa simile ma un po' diversa :)) ) con 1/2
minuti corsi a ritmo veloce e altrettanti a ritmo lento.
Quindi calcola che se decidi di correre il lento a 5 e il veloce a 4.30
ti viene fuori un 10K corso a 4.45 di media, ovvero una cosa simile al
tuo tempo in gara. Io proverei con lento a 5.15 e veloce a 4.30.
Uso il GPS ma in effetti non è molto comodo perchè non mi dà un'informazione così istantanea, comunque proverò 'a sensazione' aiutandomi con gps e cronometro.

Chiarissimo: In conclusione 50 minuti alternando ogni 2 minuti ritmo 5:15 e 4:30, proverò!

Grazie ancora!
Usodimare
2014-02-18 15:54:42 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Uso il GPS ma in effetti non è molto comodo perchè non mi dà un'informazione così istantanea,
Perdonami ma evidentemente lo usi male. Devi settare la visualizzazione
del ritmo medio e non di quello istantaneo.

Giuseppe
Usodimare
2014-02-18 15:58:41 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Post by a***@gmail.com
Uso il GPS ma in effetti non è molto comodo perchè non mi dà
un'informazione così istantanea,
Perdonami ma evidentemente lo usi male. Devi settare la visualizzazione
del ritmo medio e non di quello istantaneo.
Giuseppe
Aggiungo: ritmo medio sul giro e poi metti l'auto-lap a 1 km e il gioco
e' fatto ;)
a***@gmail.com
2014-02-18 16:01:40 UTC
Permalink
Post by Usodimare
Post by Usodimare
Post by a***@gmail.com
Uso il GPS ma in effetti non è molto comodo perchè non mi dà
un'informazione così istantanea,
Perdonami ma evidentemente lo usi male. Devi settare la visualizzazione
del ritmo medio e non di quello istantaneo.
Giuseppe
Aggiungo: ritmo medio sul giro e poi metti l'auto-lap a 1 km e il gioco
e' fatto ;)
Proverò... grazie!
Squalo Jordan
2014-02-18 11:55:57 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Post by Usodimare
Post by a***@gmail.com
Per quanto riguarda le ripetute, come dovrei farle?
Per poterti dare consigli sensati bisognerebbe avere una idea dei tuoi
tempi attuali sui 10K e sulla mezza maratona. Immagino tu ne abbia gia'
corse, visto che parli di "migliorare il tempo sulla mezza".
- l'ultima volta (sabato) ho corso i 10 km in 48:08 (ritmo 4:49)
- l'unica mezza maratona che abbia mai corso l'ho finita in 1:48:05 (ritmo 5:07)
- i 10 km più veloci li ho fatti in 47:43 (ritmo 4:46), diciamo che mediamente
vado sui 48 minuti.


Spannometricamente:

VR = 4'50"

i lunghi del weekend corrili a CL = VR+44"-50" = 5'35"-5'40"
il medioveloce infrasettimanale corrilo a CM = VR+15"-20" = 5'05"-5'10"

le ripetute... non aspetterei oltre, è il caso di iniziare
a***@gmail.com
2014-02-18 13:12:34 UTC
Permalink
Post by Squalo Jordan
VR = 4'50"
i lunghi del weekend corrili a CL = VR+44"-50" = 5'35"-5'40"
il medioveloce infrasettimanale corrilo a CM = VR+15"-20" = 5'05"-5'10"
le ripetute... non aspetterei oltre, è il caso di iniziare
Scusa se sono un pò ottuso :) ma 10 km rientrano nei lunghi? O mi stai dicendo di correre una distanza più lunga nei weekend?

Grazie
Squalo Jordan
2014-02-18 17:26:03 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Post by Squalo Jordan
VR = 4'50"
i lunghi del weekend corrili a CL = VR+44"-50" = 5'35"-5'40"
il medioveloce infrasettimanale corrilo a CM = VR+15"-20" = 5'05"-5'10"
le ripetute... non aspetterei oltre, è il caso di iniziare
Scusa se sono un pò ottuso :) ma 10 km rientrano nei lunghi? O mi stai dicendo
di correre una distanza più lunga nei weekend?
diciamo che l'optimum sarebbe questo:
- uscita di corsa basata su ripetute (3x1000 a VR-10" con recupero di 4' a CL,
per iniziare, poi le ripetute da 3 passeranno progressivamente a 4, poi 5 e poi
6)
- uscita di corsa mediaveloce (CM) di 4-6-8 km
- uscita di corsa lenta lunga, che dovrai progressivamente portare a 20-24 km,
da farsi al ritmo di VR+50"

Gert dal pozzo
2014-02-18 11:09:03 UTC
Permalink
Post by a***@gmail.com
Cercherò di aggiungere una seconda corsa all'aperto. Volevo chiederti,
cosa si intende con VR? Dalla tua risposta al punto 2 immagino che voglia
dirmi di correre 8/12 km ad un ritmo superiore a quello a cui sono abituato
solitamente.

VR = velocità di riferimento = velocità di soglia anaerobica
googla e troverai tante spiegazioni

è la velocità cui si è in grado di correre per circa una dozzina di Km (per
alcuni autori 10, per altri 14-15, per molti un'ora)
come calcolarla? ci sono ennemila modi
Post by a***@gmail.com
1)Lunedì e (martedì o mercoledì): 20 min sul tappeto (poco + di 4 km)
2)Giovedì: può sembrare irrilevante ma partita di calcetto :) si corre
fosse calcio a 7 o a 11 sarebbe diverso, a 5 non conta praticamente nulla
come allenamento
Post by a***@gmail.com
3)Sabato o domenica 10 (o 15) km cercando di superare sempre il tempo
della settimana precedente. Ho appena cominciato ma alla seconda uscita sono
riuscito a migliorarmi di 12 secondi sul mio ritmo (min/km).
Post by a***@gmail.com
L'idea quindi ora sarebbe di sostituire il martedì con un'uscita
all'aperto breve (4/5 km) ma veloce.


più che auspicabile
Post by a***@gmail.com
Per quanto riguarda le ripetute, come dovrei farle?
uhm, forse puoi attendere ancora un momento. prima devi costruirti ancora un pò
potresti comunque cominciare con del fartlek, variazioni di 1' o 2' (cioè
ogni 1 o 2 minuti cambiare ritmo, dopo rallentare, poi riaccelerare ecc)
a***@gmail.com
2014-02-18 11:32:47 UTC
Permalink
Post by Gert dal pozzo
potresti comunque cominciare con del fartlek, variazioni di 1' o 2' (cioè
ogni 1 o 2 minuti cambiare ritmo, dopo rallentare, poi riaccelerare ecc)
Chiarissimo e grazie dei consigli... direi che per cominciare (e per semplicità) comincio ad integrare con il fartlek.
Continua a leggere su narkive:
Loading...