Discussione:
nuotare?
(troppo vecchio per rispondere)
GioRgioB
2015-12-11 08:42:19 UTC
Permalink
Raw Message
Come lo vedete il nuoto fatto come sostitutivo della corsa nei mesi freddi?
Centra una cioppola di nulla?
Gert dal pozzo
2015-12-11 14:54:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Come lo vedete il nuoto fatto come sostitutivo della corsa nei mesi freddi?
Centra una cioppola di nulla?
come sostitutivo?
meglio della poltrona
peggio di molte discipline, incluso la corsa sul tapiro o lo spinning. per
non parlare dello sci di fondo


di grazia, o vivi in svezia o altrimento che bisogno c'è di sostituire?
GioRgioB
2015-12-12 09:01:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gert dal pozzo
come sostitutivo?
meglio della poltrona
peggio di molte discipline, incluso la corsa sul tapiro o lo spinning. per
non parlare dello sci di fondo
...optavo per nuoto perchè mi pare meno noioso della bici da camera o il
tapiro! Mesi fa ho riflettuto parecchio sul tappeto (avevo pure chiesto
qui consiglio) ma alla fine ho capito che sarebbe stata ua scassatura di
balle!
Post by Gert dal pozzo
di grazia, o vivi in svezia o altrimento che bisogno c'è di sostituire?
Esco di casa alle 8 e rientro alle 19:30-20:00.
D'estate corro dalle 6:30 alle 7:30 ma ora a quell'ora fa un freddo
barbino....c'è nebbia e proprio la voglia non mi viene.

Il nuoto è aerobico e mi pare di capire che sono gli agonisti (che
integrano con palestra) diventano dei magilloni a spalle larghe.....
Pedro
2015-12-14 08:56:18 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Esco di casa alle 8 e rientro alle 19:30-20:00.
più o meno come me: durante la settimana io esco a correre alla sera. Certo,
non devi avere impedimenti famigliari, per il resto non vedo
controindicazioni, il freddo passa dopo pochi minuti.

gg
Jk
2015-12-14 13:29:20 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pedro
non devi avere impedimenti famigliari,
Io ce li ho e belli grossi, per ora vado in pausa pranzo con tutti i
limiti che ha (poco tempo: km limitati), giusto oggi (nebbia e fresco)
pensavo "certo che alle 6:00 adesso deve essere bello fresco!" però non
vedo l' ora di poter tornare a correre a quell' ora!
m***@gmail.com
2015-12-17 01:48:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Il nuoto è aerobico
il nuoto e' aerobico se si fanno lavori aerobici, di soglia se si fanno lavori in soglia, anaerobico se si fanno lavori anaerobici ;-)
Immagino la classificazione dei lavori sia analoga per la corsa, anche perche' la concentrazione media di lattato si puo' approssimare in maniera blanda in entrambi gli sport in funzione dei battiti cardiaci. Pero' i picchi di concentrazione di lattato sono sostanzialmente localizzati nelle zone muscolari coinvolte nello sforzo atletico (diverso per i due sport), quindi e' difficile strutturare un allenamento specifico, che non sia focalizzato al recupero attivo da allenamenti o da infortuni. E non e' solo una questione di picchi di lattato, le sollecitazioni muscolo-scheletriche nella corsa sono molto diverse da quelle del nuoto e, specialmente con l'eta' che avanza, il corpo va allenato a compensare ai microtraumi.
Post by GioRgioB
e mi pare di capire che sono gli agonisti (che
integrano con palestra) diventano dei magilloni a spalle larghe.....
IMHO per metter su massa muscolare ci vuole palestra/pesi. A nuotar tanto i muscoli alla fine escono (e rimangono), ma se nuoti per metter su' muscoli ti passa la voglia di far vasche, garantito ;-)
Per di piu' dopo aver nuotato viene una gran fame, molto piu' che con la corsa, quindi e' anche piu' semplice ingrassare, ed e' matematico ingrassare tanto nonappena si appende il costume al chiodo :-)
Usodimare
2015-12-14 10:00:42 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Come lo vedete il nuoto fatto come sostitutivo della corsa nei mesi freddi?
Centra una cioppola di nulla?
A parte l'impiego completamente diverso dei distretti muscolari, calcola
che dal punto di vista energetico stai con un rapporto almeno 1/2 con la
corsa, ovvero devi nuotare 2 ore per bruciare quanto in un'ora di corsa.
Il nuoto credo sia lo sport migliore dal punto di vista dell'impatto
sulle strutture scheletriche e muscolari data la peculiarità di
svolgersi in ambiente a gravita' nulla, ma è veramente noioso.

Se vuoi mantenere in funzione il motore anaerobico nuotare per ore serve
a poco. Devi organizzarti facendo un bel po' di nuoto lento e poi delle
ripetute o dell'interval training come si fa nella corsa. Fra l'altro
così facendo stemperi un po' la noia.

Io personalmente mi faccio due palle infinite col nuoto e lo pratico
solo per recuperare da infortuni. Conosco persone, beate loro, che
riescono a nuotare con continuità e per ore ed ore.

Giuseppe
Jk
2015-12-14 13:32:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
Il nuoto credo sia lo sport migliore dal punto di vista dell'impatto
sulle strutture scheletriche e muscolari data la peculiarità di
il NON impatto.
Che in certi contesti è un PLUS notevole (scarico, infortuni...) ma
dall' altro è una mancanza che ha risvolti pesanti... NON allena a fare
le cose standard, non allena l'apparato locomotore... detto niente...!
Post by Usodimare
svolgersi in ambiente a gravita' nulla, ma è veramente noioso.
quello è soggettivo: è anche rilassante...
detto da uno che ci sta andando 1 volta al mese! :-P
Usodimare
2015-12-14 14:01:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jk
Post by Usodimare
svolgersi in ambiente a gravita' nulla, ma è veramente noioso.
quello è soggettivo: è anche rilassante...
detto da uno che ci sta andando 1 volta al mese! :-P
ahahaha grazie al...
Jk
2015-12-14 14:28:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
ahahaha grazie al...
in verità come per molti altri sport, ma qui è più marcato: meno ci vado
e più mi annoio.
Ho fatto una stagione in cui ci andavo 5 a settimana e in certi casi
pure bigiornaliero (quindi con un max di 10 sessioni a settimana).
Vale anche per la corsa, quando corro poco cedo + facilmente sulla durata.
GioRgioB
2015-12-14 13:58:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
Post by GioRgioB
Come lo vedete il nuoto fatto come sostitutivo della corsa nei mesi freddi?
Centra una cioppola di nulla?
A parte l'impiego completamente diverso dei distretti muscolari, calcola
che dal punto di vista energetico stai con un rapporto almeno 1/2 con la
corsa, ovvero devi nuotare 2 ore per bruciare quanto in un'ora di corsa.
Il fatto che si consumi meno che correndo l'ho già sentito e letto.
Non capisco perchè allora io riesca a correre un paio di ore senza
grossi problemi invece dopo un'ora scarsa di nuovo sono già cotto!

Ieri ho fatto 19 km di corsa a piedi in 1 ora e 40 minuti. L'orologio mi
approssimava un consumo calorico di 1650 calorie.

Venerdì ho fatto 50 minuti di nuoto x 1,7 km (io cotto!) e l'orologio mi
raccontava di 530 calorie bruciate.

Saranno dati più o meno attendibili ma a sensazione proprio non mi ci
ritrovo.
Jk
2015-12-14 14:32:51 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Il fatto che si consumi meno che correndo l'ho già sentito e letto.
Non capisco perchè allora io riesca a correre un paio di ore senza
grossi problemi invece dopo un'ora scarsa di nuovo sono già cotto!
Ieri ho fatto 19 km di corsa a piedi in 1 ora e 40 minuti. L'orologio mi
approssimava un consumo calorico di 1650 calorie.
Venerdì ho fatto 50 minuti di nuoto x 1,7 km (io cotto!) e l'orologio mi
raccontava di 530 calorie bruciate.
Saranno dati più o meno attendibili ma a sensazione proprio non mi ci
ritrovo.
nel noto il problema è la respirazione: tu ti cuoci xkè l' ossigeno cala
e lavori in scarsità, ma in scarsità una gran combustione capisci che
non la puoi fare... del resto la poca energia sviluppabile è frutto dei
distretti muscolari usati (che son piccoli) e del mezzo a cui non puoi
mai applicare grosse forze senza sprecarle.
Detto questo le stime degli orologi le puoi buttare: nella corsa fai i
tuo peso x i km ed hai un ottima approssimazione delle kCal.
nel nuoto consideri 600kCal/h ed è tutto ciò che puoi sperare di
consumare nuotando di fondo.
Gert dal pozzo
2015-12-14 15:01:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Il fatto che si consumi meno che correndo l'ho già sentito e letto.
Non capisco perchè allora io riesca a correre un paio di ore senza
grossi problemi invece dopo un'ora scarsa di nuovo sono già cotto!
perchè c'è una componente tecnica non indifferente. cerca la pagina di
albanesi dedicata al nuoto. il succo è: se non sai nuotare bene, fai una
fatica cane che ti sfinisce ben prima che l'allenamento diventi decente

per il discorso dei traumatismi: verissimo, col nuoto al massimo rischi i
funghi o l'otite. però la corsa è uno sport traumatico, una qualità è anche
il saper correre coi muscoli colmi di microtraumi. in questo il nuoto
probabilmente ti de-allena

se invece sai nuotare bene, per fare un allenamento valido probabilmente un
4-5Km te lei devi comunque sciroppare

discorso diverso se devi fare uno scarico il giorno dopo una gara dura. in
questo il nuoto è eccellente, rilassa, c'è una attivazione muscolare che
aiuta la rigenerazione
Jk
2015-12-14 15:31:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Gert dal pozzo
perchè c'è una componente tecnica non indifferente.
e la respirazione che è estremamanete costosa e vincolata.
fai casi a come respiri mentre corri, poi prova a respirare come mentre
nuoti
1 respirazione completa ogni 4-6" son dati presi dai miei del Poolmate
(1 respirazione ogni 3 facendo 50m in 60" la faccio in 24 bracciate,
fanno 8 respirazioni)
Poi mi dici come va la corsa! ;-)

Tutto il resto son d'accordo
Roberto
2015-12-14 16:45:12 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Post by Usodimare
Post by GioRgioB
Come lo vedete il nuoto fatto come sostitutivo della corsa nei mesi freddi?
Centra una cioppola di nulla?
A parte l'impiego completamente diverso dei distretti muscolari, calcola
che dal punto di vista energetico stai con un rapporto almeno 1/2 con la
corsa, ovvero devi nuotare 2 ore per bruciare quanto in un'ora di corsa.
Il fatto che si consumi meno che correndo l'ho già sentito e letto.
Non capisco perchè allora io riesca a correre un paio di ore senza
grossi problemi invece dopo un'ora scarsa di nuovo sono già cotto!
Ieri ho fatto 19 km di corsa a piedi in 1 ora e 40 minuti. L'orologio mi
approssimava un consumo calorico di 1650 calorie.
Venerdì ho fatto 50 minuti di nuoto x 1,7 km (io cotto!) e l'orologio mi
raccontava di 530 calorie bruciate.
Saranno dati più o meno attendibili ma a sensazione proprio non mi ci
ritrovo.
Identima mia situazione...

ora mi alleno solo il week e in settimana 50 minuti di piscina...io di
solito mi faccio 1,8km in 45 minuti..e poi stop esco perchè ne ho piene
le palle...certo potrei andare ancora avanti ma è di una noia
mortale..considera che non avendo un garmin che mi misura la distanza
devo pure contarmi le vasche!!!

cmq per me sempre meglio il nuoto che il tapiro!! discorso diverso lo
spinning che può essere carino...
Usodimare
2015-12-15 09:14:22 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto
mortale..considera che non avendo un garmin che mi misura la distanza
devo pure contarmi le vasche!!!
Natale si avvicina :)

http://www.amazon.it/dp/B008EFU5T4/ref=asc_df_B008EFU5T430692808/?tag=googshopit-21&creative=23390&creativeASIN=B008EFU5T4&linkCode=df0&hvdev=c&hvnetw=g&hvqmt=
Mau
2015-12-15 05:35:23 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GioRgioB
Il fatto che si consumi meno che correndo l'ho già sentito e letto.
Non capisco perchè allora io riesca a correre un paio di ore senza
grossi problemi invece dopo un'ora scarsa di nuovo sono già cotto!
Probabilmente se davvero passassi tutto l'inverno facendo solo nuoto in
primavera la situazione si capovolgerebbe.
Va bene che il nuoto se fatto nel modo giusto può essere abbastanza
aerobico ma in comune con la corsa ha solo la componente centrale. La
componente periferica (i muscoli che usi e come li usi) è completamente
diversa.

Tornando al discorso principale secondo me se con un po' di
abbigliamento tecnico il problema del freddo lo risolvi. Al massimo
avrai freddo per i primi 5 minuti ma poi passa.
--
Mau
Loading...