Discussione:
Tapis roulant vs corsa su strada, facciamo il punto
(troppo vecchio per rispondere)
g***@gmail.com
2015-12-09 22:17:46 UTC
Permalink
Raw Message
Il punto 3) e sbagliato. L'accelerazione e' nulla nel sistema di riferimento della palestra. Non lo è nel sistema di riferimento del nastro. Se fosse corretto il punto 3) vorrebbe dire che, essendo io fermo nel sistema di riferimento della palestra, lo sarebbe pure il nastro (quando c'è il contatto la velocità del nastro e quella del mio piede sono le stesse per definizione), mentre il nastro si muove a velocità costante nel sistema di riferimento della palestra.
g***@gmail.com
2015-12-09 22:32:06 UTC
Permalink
Raw Message
Anche il punto 2) è sbagliato. Nel caso di corsa con tappeto inclinato, se si vuole mantenere costante (h1-h0)=d, h1 comprende un contributo legato al seno del l'angolo di inclinazione e alla lunghezza del passo. Tale contributo cresce al crescere dell'angolo.
Se non ci fosse questo contributo, fissata una velocità, un cardiofrequenzimetro segnerebbe pulsazioni indipendenti dall'inclinazione; oppure vorrebbe dire che un organismo dissipa più calore quando è inclinato rispetto alla direzione della gravità.
Usodimare
2015-12-10 10:20:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by g***@gmail.com
Anche il punto 2) è sbagliato. Nel caso di corsa con tappeto inclinato, se si vuole mantenere costante (h1-h0)=d, h1 comprende un contributo legato al seno del l'angolo di inclinazione e alla lunghezza del passo. Tale contributo cresce al crescere dell'angolo.
Se non ci fosse questo contributo, fissata una velocità, un cardiofrequenzimetro segnerebbe pulsazioni indipendenti dall'inclinazione; oppure vorrebbe dire che un organismo dissipa più calore quando è inclinato rispetto alla direzione della gravità.
Meno seghe (mentali), piu' corse all'aria aperta :)

Loading...