Discussione:
Tendinite al rotuleo
(troppo vecchio per rispondere)
Mau
2016-01-13 08:13:30 UTC
Permalink
Raw Message
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
I primi sintomi sono insorti in un allenamento di scarico il 4 gennaio.
La settimana precedente avevo toccato il mio chilometraggio massimo e
ultimamente stavo anche incorporando qualche salita impegnativa nei
lunghi. Sinceramente non pensavo di aver esagerato ma probabilmente l'ho
fatto.
Insomma questo dolore, localizzato nel "bordo" inferiore della rotula,
esattamente al centro, e' venuto fuori mentre correvo e mi sono fermato
praticamente subito.
Il dolore e' molto leggero, da fermo o quando cammino non lo sento, per
accorgermene devo mettermi sull'avampiede e premere con tutto il peso
del corpo. Al tatto qualcosa si sente.
Ho provato a fare due uscite di prova e in entrambi i casi ho sentito un
leggero dolore che durante la corsa stessa a momenti passava per poi
ritornare. Insomma sono praticamente fermo dal 4 (emh... escluse quelle
due uscite di 6 e 4 km per vedere come andava) e la situazione e'
migliorata ma se provo a caricare sull'avampiede ancora lo avverto.

Insomma la domanda e': nella vostra esperienza e' consigliabile
aspettare che i sintomi siano completamente passati e che da fermo non
senta assolutamente piu' nulla?
--
Mau
Pagliotz dal lavoro
2016-01-13 09:16:00 UTC
Permalink
Raw Message
Insomma la domanda e': nella vostra esperienza e' consigliabile aspettare che
i sintomi siano completamente passati e che da fermo non senta assolutamente
piu' nulla?
Non mi permetto paragonare tendiniti di diverso tipo o livello e
soprattutto organismi diversi per reazioni ed abitudini. Ti dico solo
che, nella mia esperienza ormai venticinquennale, le tendiniti le ho
"curate" correndoci sopra e curandole contemporaneamente con la pomata
di salicilato di metile al 30%. Questo finché si trattava di robe
leggere che non mi immobilizzavano. E la maggior parte delle volte
passava fortuinatamente tutto in 3/4 settimane.

In caso di impossibilità alla corsa, però, non c'è altro da fare che
fermarsi... (e crema spalmata come se fosse Nutella)

Pagliotz.
--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
Mau
2016-01-13 14:15:28 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pagliotz dal lavoro
pomata
di salicilato di metile al 30%.
Grazie non conoscevo, ora mi informo.
Ho trovato questo
http://www.dica33.it/cont/indexing/farmaci/2848/DOLODERM-CREMA-40-G-30.asp
che pero' e' butetisalicilato, non salicilicato.

Frugando su google groups ho trovato anche un tuo post del 2012 in cui
ne parlavi
https://groups.google.com/forum/#!msg/it.sport.atletica/yxNniLnr9xE/CrRaEJeme3wJ
e ho visto che va fatta preparare in farmacia.

Io stavo andando di voltaren.
--
Mau
Usodimare
2016-01-13 10:24:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
Sposo in pieno la tesi del Pagliotz.

Ho combattuto per 6 mesi con una cosiddetta sindrome femoro-rotulea
spendendo una cifra blu fra fisioterapie e rieducazioni varie.

Alla fine della fiera i migliori risultati li ho ottenuti potenziando la
muscolatura in palestra e riprendendo a correrci sopra.

Accertati che non si tratti di una condropatia, ovvero di una sofferenza
della cartilagine. Se si tratta di una tendinite non c'e' altro metodo
che mantenere il tutto in attivita' e curare con pomate o altro la fase
acuta. Il peggio avviene quando ti fermi: i muscoli si ammosciano e i
tendini si sforzano ancora di piu'! Io ci ho rimesso anche 9 kg di peso
in eccesso per essermi fermato e sono quelli che mi hanno ributtato
indietro di 10 anni.

Giuseppe
Jk
2016-01-13 10:33:57 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
acuta. Il peggio avviene quando ti fermi: i muscoli si ammosciano e i
tendini si sforzano ancora di piu'! Io ci ho rimesso anche 9 kg di peso
inoltre essendo i tendini e legamenti scarsamente irrorati, beneficiano
del moto x accelerare la guarigione grazie a maggior afflusso di sangue.
(detto dal mio fisioterapista)
ciao
Usodimare
2016-01-13 10:50:55 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Jk
Post by Usodimare
acuta. Il peggio avviene quando ti fermi: i muscoli si ammosciano e i
tendini si sforzano ancora di piu'! Io ci ho rimesso anche 9 kg di peso
inoltre essendo i tendini e legamenti scarsamente irrorati, beneficiano
del moto x accelerare la guarigione grazie a maggior afflusso di sangue.
(detto dal mio fisioterapista)
ciao
Si, esatto. Il punto fondamentale e' comunque che i tendini lavorano in
sovraccarico quando la muscolatura non e' tonica.
Jk
2016-01-13 10:58:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
Si, esatto. Il punto fondamentale e' comunque che i tendini lavorano in
sovraccarico quando la muscolatura non e' tonica.
il fatto è che se stai fermo e pigli solo dei FANS, facilemtne non ti
passa mai. Anche a me capitò con un ginocchio
Admarc
2016-01-13 15:51:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
Io ci ho rimesso anche 9 kg di peso
in eccesso per essermi fermato e sono quelli che mi hanno ributtato
indietro di 10 anni.
Se mi buttassero indietro di 10 anni, io accetterei anche i 9Kg in
eccesso. Tanto quelli poi riesco a smaltirli; i 10 anni, invece, quelli
son difficili da togliere...
:D :D


Ciao.
Marcello.




---
Questa e-mail è stata controllata per individuare virus con Avast antivirus.
https://www.avast.com/antivirus


--- news://freenews.netfront.net/ - complaints: ***@netfront.net ---
Usodimare
2016-01-14 10:41:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Admarc
Se mi buttassero indietro di 10 anni, io accetterei anche i 9Kg in
eccesso.
Amico caro, purtroppo i 10 indietro sono fisici, che uniti a quelli
anagrafici fanno 20 in avanti come risultato ahahaha

Giuseppe
FranK_enstein
2016-01-13 11:20:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
Mau
Rotfl :-)
www.vadoacorrere.blogspot.it
VonKappel
2016-01-13 11:58:02 UTC
Permalink
Raw Message
Mau,
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come da podistica tradizione.
Hehehe.
COmunque "enchio" sposo in pieno la filosofia del Pagliotz e in buona parte
anche quelle di Uso.
Insomma la domanda e': nella vostra esperienza e' consigliabile aspettare che i sintomi siano completamente passati e
che da fermo non senta assolutamente piu' nulla?
Non smetterei.
Io non smetto praticamente mai, e l'ho fatto completamente solo un paio
di volte, quando il dolore non cessava mai e anzi aumentava durante la
corsa col risultato di arrivare poi a zoppicare il giorno dopo l'allenamento.
Questi sono i segnali da non ignorare mai.
Da come descrivi tu il dolore, oltretutto sembra una cosa leggera, non
hai problemi a camminare.
Semplicemente farei 3/4 uscite non eccessivamente lunghe (e comunque a FL) +
lavori sulla muscolatura, sul core e "sapiente stretching" post corsa.
E questi lavori vanno fatti sempre, a prescindere dai problemi fisici.
--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Pagliotz dal lavoro
2016-01-13 13:41:27 UTC
Permalink
Raw Message
Post by VonKappel
e "sapiente stretching" post corsa.
E questi lavori vanno fatti sempre, a prescindere dai problemi fisici.
Accidenti, mi sono dimenticato di sottolinearlo. E' vero, ed anche
Usodimare lo dice. Ho "scoperto" lo stretching solo alla fine del
2015...

Ci credete che ho iniziato a farlo soltanto quando una piccola
tendinite saltata fuori ad un insignificante, fottutissimo e minuscolo
tendine tra caviglia e piede sinistro mi stava quasi facendo fermare ad
Ottobre, facendomi saltare quasi il trail del Monte Casto? La
fisioterapista ha strabuzzato gli occhi quando le dicevo che non lo
facevo, lei me lo ha imposto, e (chiamatelo caso, combinazione, culo o
ragione) da quando ho iniziato a farlo nella parte interessata il
dolore piano piano è svanito, ed ora è QUASI assente.

Stretching *fatto bene*, sempre e comunque (a fine allenamento).

Pagliotz.
--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
VonKappel
2016-01-13 16:12:08 UTC
Permalink
Raw Message
Pagliotz dal lavoro,
Post by VonKappel
e "sapiente stretching" post corsa.
E questi lavori vanno fatti sempre, a prescindere dai problemi fisici.
Accidenti, mi sono dimenticato di sottolinearlo. E' vero, ed anche Usodimare lo dice. Ho "scoperto" lo stretching
solo alla fine del 2015...
Siamo li'.
Io ho iniziato a "capirlo" la primavera scorsa dopo aver frequentato
un centro di riabilitazione colto da disperazione per non guarire
da una tendinite al popliteo o presunta tale.
E ho imparato una serie di esercizi dopo che ho vinto il primo premio
come "baccala' piu' rigido della provincia", soprattutto quelli
legati allo Psoas.
Stretching *fatto bene*, sempre e comunque (a fine allenamento).
Yes.
--
https://www.youtube.com/user/natalinobalasso/featured
Usodimare
2016-01-13 13:14:26 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Insomma la domanda e': nella vostra esperienza e' consigliabile
aspettare che i sintomi siano completamente passati e che da fermo non
senta assolutamente piu' nulla?
Da non dimenticare la regola aurea arcinota a tutti i runners e
sicuramente basata su dei sani presupposti: se scaldandoti il dolore
migliora allora vai, se insorge o peggiora allora fermati ;)

Ciao

Giuseppe
Crazylee
2016-01-14 06:24:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Usodimare
Da non dimenticare la regola aurea arcinota a tutti i runners e
sicuramente basata su dei sani presupposti: se scaldandoti il dolore
migliora allora vai, se insorge o peggiora allora fermati ;)
Questa me la scolpisco nel cervello :-(
Mau
2016-01-13 14:10:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
Vi amo, avete risposto esattamente come speravo :D
Graz.
--
Mau
Mau
2016-01-13 14:37:06 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Post by Mau
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
Vi amo, avete risposto esattamente come speravo :D
Graz.
E comunque... oggi ho fatto 7km, dopo i primi 2/3 di riscaldamento in
cui il dolore leggermente si avverte e' completamente sparito.
Vi terro' aggiornati.
--
Mau
Pagliotz dal lavoro
2016-01-13 15:25:53 UTC
Permalink
Raw Message
E comunque... oggi ho fatto 7km, dopo i primi 2/3 di riscaldamento in cui il
dolore leggermente si avverte e' completamente sparito.
Sì, allora *DOVREBBE* essere proprio una leggera tendinite...

Pagliotz
--
"Non c'è gusto, in Italia, ad essere intelligenti"
(Roberto "Freak" Antoni)
Gert dal pozzo
2016-01-14 07:41:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Pagliotz dal lavoro
Post by Mau
dolore leggermente si avverte e' completamente sparito.
Sì, allora *DOVREBBE* essere proprio una leggera tendinite...
di quelle leggere che si possono tenere sotto controllo, sì, anche per me
Mau
2016-01-20 11:16:44 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Post by Mau
Post by Mau
Ok,
ho una leggera tendinite al rotuleo, ovviamente autodiagnosticata come
da podistica tradizione.
Vi amo, avete risposto esattamente come speravo :D
Graz.
E comunque... oggi ho fatto 7km, dopo i primi 2/3 di riscaldamento in
cui il dolore leggermente si avverte e' completamente sparito.
Vi terro' aggiornati.
Le uscite successive (8k, 12k, 12k, 12k) sono andate bene, ormai non lo
avverto praticamente piu'.

Mi sembra addirittura che piu' corra e piu' velocemente migliori, non so
se e' suggestione o cosa.
--
Mau
Usodimare
2016-01-20 11:23:53 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Mau
Mi sembra addirittura che piu' corra e piu' velocemente migliori, non so
se e' suggestione o cosa.
Non e' affatto suggestione. Il corpo e' il miglior guaritore di se
stesso ed e' il miglior socio dei fisioterapisti :), se e' messo in
condizioni di farlo. Per potersi curare necessita di migliorare
l'afflusso sanguigno sul posto e l'esercizio fisico fa questo.

Ovvio che se la causa e' ancora presente e la corsa insiste sulla causa
stessa anziche' guarire peggiori.

Giuseppe

Loading...